Macaco

Reverse, per l’evento di inaugurazione di M15, nuova sede dell’Ordine degli Architetti di Verona, propone il progetto Macaco. L’intervento di riconnessione spaziale e temporale è espresso da una seduta collettiva, sotto illuminata, che ripercorre i binari originali di accesso ai Magazzini Generali.

12 km di rotaie consentivano l’accesso dei vagoni merci alle celle frigorifere permettendo la movimentazione di frutta e verdura. Gli stessi spazi sono stati destinati a nuovi usi ed ora è l’immateriale ad essere generato, condiviso, veicolato, in qualche modo spostato.

Una porzione iniziale dei binari totali è riproposta in chiave di seduta, una traccia che segna la separazione della piazza in due parti che restano collegate da un portale, appoggi e sedute: la socialità fende il nastro separatore rappresentato dall’elemento principale.

La lunga seduta sociale avrà anche la funzione di sottolineare una connessione di dialogo temporale: un passato, presente e futuro in costante ascolto e in positiva rigenerazione.

Il tempo è un filo teso che le persone interpretano, rivivono, immaginano e costruiscono.