Parco degli equilibranti

“Materiale o immateriale, superficiale o perduto nella profondità, l’equilibrante permette di raggiungere la meta, conduce al possibile, diviene mezzo per raggiungere la Cuccagna. Un’installazione attiva nel “paese della Cuccagna” diviene portatrice di idee e suggestioni, per il loro raggiungimento. Un giardino magico dove i nuovi attori del terzo millennio interpretano il proprio mondo ludico e sognato attraverso segni, oggetti, corpi e azioni performative. Un palcoscenico naturale dedicato ai bambini… dai 9 mesi ai 90 anni”

Art direction: Gumdesign

Realizzazione: Reverse Impresa sociale

Sponsor tecnici: Officine Sandrini e Ediltetto

Sotto la direzione artistica di Gumdesign, Reverse ha partecipato nel 2014 agli eventi del Fuori Salone di Milano all’interno della rassegna Goodesign Up e da Best Up a Cascina Cuccagna. Per una settimana il giardino del vivo spazio milanese che ci ha ospitati ha visto in bella esposizione tutti gli equilibranti, ognuno con il suo carattere equilibrante del determinato: gli ultimi pioli, interrotti, incrementano la difficoltà nella salita
equilibrante del funambolo: un leggero filo, teso fra due scale, indica l’equilibrio
equilibrante del meditativo: la scala è avvolta in un bozzolo mentre si appresta alla sua crescita
equilibrante del viaggiatore: dei palloncini indicano il volo verso mete lontane
equilibrante dell’ambizioso: un’altalena imprime la forza per arrivare alla luna
equilibrante dell’impulsivo: cavi e picchetti ancorano saldamente a terra la scala
equilibrante dell’introspettivo: uno specchio a terra riflette se stesso
equilibrante dell’ostinato: la scala a pioli denuncia l’impegno nel raggiungimento dell’obiettivo
equilibrante dell’utopista: una nuvola suggerisce mondi sognati e trasversali